Skip to Content

Nel 1988 Elkjier-Larsen ha lasciato la squadra nazionale e il club

Nel 1988 Elkjier-Larsen ha lasciato la squadra nazionale e il club

Closed
by May 16, 2018 Calcio

Nel 1988 Elkjier-Larsen ha lasciato la squadra nazionale e il club. Decise di tornare a casa, nel “Vejle” danese, che molte volte aumentò di popolarità dopo un simile trasferimento. Ahimè, non ha funzionato a causa di un sacco di infortuni. Nel 1990 appese gli stivali a un’unghia.

“C’erano vodka, non whiskey e due ragazze, non una.” La storia della leggenda danese Preben Elkjær-LarsenPhoto: Verona, Blogspot

La sua carriera è stata ricca di eventi. Il titolo di Serie A, i successi in Euro-84, e due inclusioni nella lista dei tre candidati per il “Pallone d’oro” – solo alcuni di loro. Nonostante il suo status, Elkier non ha mai camminato in modo insignificante, come se scegliesse delle squadre nel suo cuore, non nella sua testa.

Dopo la fine della sua carriera, divenne una sorta di eremita. Elkier ha provato a lavorare come allenatore per Silkeborg ed è apparso in TV un po ‘, ma soprattutto è rimasto fuori dalle telecamere, cosa che lo distingue nettamente dall’agitato Laudrup. In questo è uno degli ultimi grandi anticonformisti.

La data è il 5 giugno 1985. Posizione – Copenaghen. La Danimarca ha appena battuto l’Unione Sovietica con un punteggio di 4: 2 nel turno preliminare di Coppa del Mondo.

Il gioco ha avuto tutto: brillante, appassionato sostegno del pubblico locale, i due a memoria di forma e di due squadre che possono svolgere un incredibilmente bella. spettatori neutrali potevano godere di un meraviglioso gol di Oleg Protasov e di classe completamento Sergei Gotsmanova. La palla ora colpisce la traversa e i portieri hanno creato un salvataggio per il salvataggio. Sulla parte dei danesi poi sono stati notati Michael Laundrup e Preben Preben Larsen Elkjær.

Quest’ultima era una personalità enigmatica: quasi invisibile sullo sfondo di una superstar Laudrup, ha, comunque, ricordato tutti coloro che hanno sempre visto in azione. Il confronto con Laudrup deve essere stato stufo, ma non possono essere evitati. E, nonostante l’ovvia risposta ovvia, nessuno dei giocatori di calcio è un chiaro vincitore da questo confronto.

Previous
Next