Skip to Content

Tom Rogic avvia la rinascita contro la Danimarca per vincere la possibilità di mettere a tacere i critici

Closed
by July 31, 2019 Calcio

Il n. 10 è stato spesso visto come qualcuno che fa affari per il suo club ma non per il suo paese. La linea di pensiero spesso va così: è un giocatore di lusso, non si presenta mai per i Socceroos, non lavora abbastanza duramente, è sopravvalutato, si perde, è incline agli infortuni, non ha il motore per essere un giocatore d’élite, va avanti e indietro dalle partite, può solo dominare una lega mediocre come quella scozzese.

Il vasto set di abilità e il kit di trucchi di Rogic non sono in dubbio ma la sua mentalità e atletismo hanno stato, almeno a livello internazionale, agli occhi di molti. Cinque anni al Celtic gli hanno fatto vincere tre titoli di Premi scozzesi consecutivi, tre titoli di Coppa scozzese e due trofei della Coppa di Lega scozzese. È diventato uno dei cult di Celtic Park, battendo 30 gol in 133 presenze.Il 25enne ha realizzato un incredibile pacchetto di punti salienti di urla, in particolare contro i rivali amari del club Rangers.Mile La controversa penalità di Jedinak guadagna l’Australia contro la Danimarca Leggi di più

Ma al contrario la sua carriera internazionale ha fruttato sette gol in 39 partite. A parte due contro il Bangladesh nel 2015 e un altro doppio contro il Tagikistan nel 2016, insieme a un goal e un assist contro la Germania nella Confederations Cup dello scorso anno, l’Australia deve ancora vedere il meglio di lui. Deve ancora prendere una partita per il suo paese per lo scricchiolio del collo e dominarlo come fa al Celtic.

La prima partita australiana ai Mondiali, una sconfitta per 2-1 contro la Francia, ha rafforzato il stereotipo. Rogic è stato eliminato dal gioco e ha avuto poco o nessun impatto.Fu spinto e tormentato costantemente da Paul Pogba, N´Golo Kanté e Corentin Tolisso. Alcuni critici hanno chiesto che venisse lasciato cadere per il secondo incontro del torneo di Socceroos con la Danimarca.

Rogic ha risposto a queste chiamate in modo perfetto. È stato uno dei migliori dell’Australia quando sono tornati a pareggiare 1-1 dopo lo sciopero di Christian Eriksen. Il centrocampista attaccante è stato impegnato dall’inizio alla fine nel suo periodo di 82 minuti, creando occasioni, sparando a distanza e creando compagni di squadra. Mancava solo un obiettivo dalla prestazione di classe del Canberran. L’opportunità bussa per l’Australia ai Mondiali ma non riescono ad aprire la porta | Kieran Pender Leggi di più

“Penso che ci siano state patch in cui lo ha fatto eccezionalmente,” ha detto Juric. “Penso che siano alcune delle qualità che ci aspettiamo da Tommy.Quando si presenta e lo mostra il giorno in cui è uno dei nostri migliori giocatori e migliori risorse. Spero che possa continuare a produrlo contro il Perù.

“Devi capire che le opposizioni studiano i nostri giochi e guardano a chiudere le nostre qualità. Contro la Francia non è stato uno dei suoi migliori giochi, forse. Le persone analizzeranno il gioco e vedranno quelle cose: lo hanno chiuso e gli hanno reso difficile fare ciò che fa meglio. Penso che ci siano parti in questo gioco in cui fa quello che fa bene. Spero che continui contro il Perù e che forse possa essere un punto di svolta per noi. “Danimarca 1-1 Australia: Coppa del Mondo 2018 – come è successo Leggi di più

Enigma, potenziale vincitore della partita, talismano, spesso il giocatore più frustrante dell’Australia.I sostenitori di Socceroo si aspettano più dal regista del patrimonio serbo che dai suoi compagni di squadra a causa del suo talento abbondante. Crescendo con una dieta a base di futsal, Rogic ha intrapreso un percorso unico per i Mondiali. Trascurato a causa della sua mancanza di capacità atletiche, l’attaccante sfigato è entrato nel calcio professionistico solo dopo aver attirato l’attenzione di una competizione Nike.

Bert van Marwijk è un noto sostenitore di Rogic, che evita l’attenzione dei media e raramente rilascia interviste . Al manager australiano è stato chiesto come ha valutato il display del numero 10 contro la Danimarca e ha detto semplicemente: “Sono stato soddisfatto di Tommy”. Con l’Australia che ha bisogno di sconfiggere il Perù a Sochi per rimanere in vita in Coppa del Mondo, il palco è pronto per Rogic stella.Il maestro di centrocampo può guadagnare un posto nel cuore sportivo australiano per sempre e porre fine a qualsiasi dubbio sulla sua qualità, progettando una vittoria enfatica.

Previous
Next