Skip to Content

Un altro manager che vanta l’accesso al corpo è Andrei Fedun

Un altro manager che vanta l’accesso al corpo è Andrei Fedun

Closed
by August 15, 2019 Calcio

Il “trainer” di Dzyubov è già entrato negli annali della Premier League insieme al Mukunk di Romance, agli accademici di Gazzaev con le canne e al Falcao di Karpinovsky, che, come sapete, non andrà da noi.

Peccato n. 2: clientelismo

Nel corso degli anni, Fedun ha anche notato risultati nel campo delle questioni relative al personale. Guidato da buone intenzioni, Leonid Arnoldovich si circondò della sua famiglia. Con lo slogan “Lasciateli guidare”, la maggior parte dei posti di pane sono stati lasciati in balia di parenti stretti. Johan Geraskin, ex direttore operativo del club e felice marito part-time Katy Fedun, per molto tempo ha controllato i trasferimenti, essendo responsabile del vettore di sviluppo occidentale di Spartak, al contrario di una coalizione di “vecchi credenti veterani” che volevano re-impregnare Tarasovka con lo spirito di Spartak e alimentare tutto il borsch. Swiss Turk Murat Yakin – la sua creatura. Come, tuttavia, e Massimo Carerra.

I tre peccati di Leonid Fedun

Un altro manager che vanta l’accesso al corpo è Andrei Fedun, fratello di Leonid Arnoldovich, meglio conosciuto per le sue dichiarazioni forti sulla stampa che per il suo lavoro diretto nel Consiglio di amministrazione. Dando un’intervista ai giornalisti, gli piaceva fare un giro in giro per un italiano adorato nella sua base di fan, distribuendo tali passaggi: “Il merito di Massimo è che a un certo punto è riuscito a creare un buon microclima interno, le persone hanno combattuto l’una per l’altra. Ricordi i gol negli ultimi minuti, le vittorie graffiate? Il team ha vissuto e respirato il desiderio di diventare un campione – è molto difficile fermarlo. Ma poi, credendo nel suo genio, lo “swam” italiano.

I fan di Spartak e altri personaggi molto più tossici ricordano. Ad esempio, Roman Askhabadze. L’ex amministratore delegato aveva una reputazione ambigua nei circoli di calcio. Circolavano voci secondo le quali Askhabadze, lavorando nella struttura di Saturno vicino a Mosca, forniva alla diaspora latinoamericana Natash una bassa responsabilità sociale e una instancabile sete di soldi facili. O un altro regista con il prefisso “ex” – Dmitry Popov. Secondo la stampa “gialla”, è riuscito a diventare l’autore di una metodologia di allenamento unica per i giocatori di calcio. Alla vigilia dell’importante derby di Mosca con la Dinamo, fu presumibilmente catturato in una discoteca in una compagnia amichevole di brasiliani rappresentata da Welliton, Ari e Carioca. Dmitry ha negato tutto, ma non importava: il volano dello scandalo era già indistinto.

Previous
Next